STATUTO DELLA SOCIETA` DANTE ALIGHIERI – COMITATO DI PHUKET, THAILANDIA

ARTICOLO 1 : ORIGINE, DENOMINAZIONE E SCOPO

La “Società Dante Alighieri”, istituita nel 1889 ed eretta in Ente morale con Reggio Decreto n. 347 del 18 luglio 1893, regolata nelle attività dalla Legge n.411 del 3 agosto 1985, è un’Associazione non lucrativa di utilità sociale ai sensi e per gli effetti della Legge n.186 del 27 luglio 2004, che esercita la propria attività attraverso la promozione della cultura e dell’arte, per la tutela e la diffusione della lingua e della cultura italiane nel mondo, ravvivando i legami dei connazionali all’estero con la madre patria e alimentando tra gli stranieri l’amore per la cultura, la civiltà e la lingua italiana.

Per il conseguimento delle sue finalità, la “Società Dante Alighieri” , istituisce corsi di lingua e di cultura italiana, diffonde pubblica e promuove l’editoria italiana, conferenze, eventi ed itinerari culturali e manifestazioni artistiche e musicali, assegna premi e borse di studio e si avvale di qualunque altra idonea iniziativa volta a reperire i fondi necessari allo svolgimento delle proprie attività istituzionali e di quelle ad esse connesse. Partecipa alle attività intese a promuovere ogni manifestazione rivolta ad illustrare l’importanza della diffusione della lingua, della cultura e delle creazioni del genio e del lavoro italiani.

La “Società Dante Alighieri” espressamente nega lo svolgimento di attività diverse da quelle sopra elencate ad eccezione di quelle ad esse connesse ed esercitate, comunque, in via non prevalente. Essa può svolgere tutte le iniziative volte al raggiungimento dell’oggetto sociale ritenute utili ed opportune dal Consiglio Centrale.

La “Società Dante Alighieri” può svolgere le sue attività in collaborazione con qualsiasi altra istituzione, pubblica o privata, nell’ambito degli scopi statutari oppure associarsi con altre istituzioni.

Il comitato direttivo si trova presso il consolato generale onorario in 12/514 chaofa west Road, Moo 3 t. Vichit a. Muang 83000 Phuket.

ARTICOLO 2 – STATUTO

Lo Statuto esprime le regole fondamentali per le attività della Società che devono essere rispettate da tutti i membri della Società.

Il presente Statuto può essere modificato con il voto favorevole dei due terzi dei membri presenti all’Assemblea, la cui convocazione deve contenere l’informazione sulla proposta di modifica.

Tale decisione può essere presa solo nella prima convocazione dell’Assemblea.

ARTICOLO 3 – SOCI

La partecipazione alla Società è aperta a tutte le persone che condividano gli obiettivi della Società, senza distinzione di razza, sesso e convinzioni politiche o religiose.

Qualsiasi persona o azienda che desideri diventare socio deve presentare la domanda unitamente alla quota associativa annuale al Comitato Esecutivo.

Il Comitato Esecutivo esamina ciascuna domanda per l’approvazione avendo l’autorità sulle tematiche relative alla ammissibilità o l’idoneità a diventare membri.

L’età minima per votare e per ricoprire una carica è di 18 anni

I comportamenti dei soci verso altri soci o persone esterne alla Società devono essere animati da uno spirito di solidarietà e ed essere improntati alla massima correttezza.

ARTICOLO 4 – CATEGORIE DI SOCI

Soci Onorari, Soci Ordinari e Soci Aziende.

Soci Onorari: sono quelle persone/organizzazioni che sono state invitate dal Comitato Esecutivo a partecipare come socio Onorario alla Società per la loro posizione sociale o per il loro sostegno,

Soci Ordinari: qualsiasi persona di età minima di 18 anni, di nazionalità italiana o straniera interessata alla cultura e alle tradizioni italiane. Le adesioni individuali non sono trasferibili.

Soci Aziende: quelle aziende che hanno un interesse verso i prodotti italiani, una connessione con la cultura e tradizioni italiane o mostrano interesse nel promuovere le attività della Società. L’Azienda nominerà uno dei suoi rappresentanti che avrà diritto di voto.

ARTICOLO 5 – QUOTE ASSOCIATIVE

Le quote associative annuali sono decise dal Comitato Esecutivo e approvate dall’Assemblea.

Le quote associative hanno validità annuale e devono essere versate dal 1° gennaio ed entro il 31 marzo di ogni anno; il mancato pagamento oltre tale termine comporta la perdita di tutti i diritti di appartenenza.

Gli importi associativi sono i seguenti.

Soci Onorari: gratuito.

Soci Ordinari: quota 1.000 THB

Soci Aziende: THB 10.000 THB

ARTICOLO 6 – GLI ORGANI SOCIETARI

Gli organi della Società sono: il Comitato Esecutivo e l’Assemblea dei Soci.

Il Comitato Esecutivo è l’organo che governa e amministra la Società e lavora per implementare gli obiettivi previsti dall’Assemblea, cui risponde direttamente.

L’Assemblea è la riunione ufficiale di tutti i soci della Società. L’Assemblea si riunisce almeno una volta all’anno per presentare e discutere le relazioni consuntive ed il bilancio nonché elaborare gli obiettivi dell’anno successivo.

ARTICOLO 7 – MEMBRI DEL COMITATO ESECUTIVO

Il Comitato Esecutivo è composto da minimo 3 ad un massimo di 8 soci eletti dall’Assemblea:

Presidente Onorario :

Ruolo ricoperto dalla massima autorita’ Consolare locale . Funge da garante nei riguardi dell’Ambasciata D’Italia a Bangkok e delle Istituzioni locali. Ha un ruolo esecutivo in seno al comitato.

Presidente: il Presidente deve espletare i compiti pertinenti alla sua funzione.

  1. Deve preparare l’ordine del giorno per la riunione del Comitato Esecutivo che presiede, sottoscrivendo il relativo verbale.

  2. Presiede e coordina i lavori dell’Assemblea e ne sottoscrive i verbali.

Il presidente o il suo delegato è l’unico rappresentante della Società nei rapporti con le Autorità Diplomatiche/Consolari Italiane in Thailandia e all’estero, la rete dei Comitati della Società Dante Alighieri e qualsiasi altra organizzazione. Nessun altro socio può rappresentare la Società senza l’espressa autorizzazione del Presidente.

Il presidente del Comitato direttivo della Dante Alighieri Phuket e’ un cittadino Italiano.

Il direttore legale della Dante Alighieri Phuket e’ un cittadino di nazionalita’ Thailandese, secondo le leggi e normative del Regno di Tailandia.

Vice Presidente:

il Vice Presidente assiste il Presidente nell’esercizio delle sue funzioni e avrà tutti i poteri dello stesso in caso di assenza o impedimento del Presidente.

Segretario Generale:

il Segretario Generale deve:

a) gestire conservare la documentazione ed i registri della Società.

b) stilare i verbali delle riunioni del Comitato Esecutivo e dell’Assemblea Generale.

Tesoriere:

Il tesoriere deve:

  1. mantiene la contabilità della Società,

  2. paga le spese sostenute dalla Società,

  3. incassa e registra le quote associative.

  4. presenta e discute il bilancio annuale al Comitato Esecutivo e all’Assemblea.

  5. Mantiene i contatti con il contabile esterno per portare a termine le relazioni finanziarie annuali e i certificati fiscali da depositare presso le autorità competenti del Regno di Thailandia.

ARTICOLO 8 – REGOLE DEL COMITATO ESECUTIVO

Il Comitato Esecutivo ha una durata di QUATTRO anni ed e’ rieleggibile. L’Assemblea Generale con maggioranza dei 2/3 dei presenti può revocare la partecipazione di un membro del Comitato Esecutivo. La convocazione dell’Assemblea deve contenere la corretta informativa sulla questione..

Il Comitato Esecutivo si riunisce almeno sei volte all’anno , salvo ulteriori richieste di un membro del comitato esecutivo. Tre assenze consecutive possono essere motivo di decadenza dalla carica, a discrezione del Comitato Esecutivo. In caso di decadenza di un membro, il primo dei non eletti è chiamato a far parte del Comitato Esecutivo.

Il comitato direttivo legittimamente eletto prende in consegna il precedente bilancio passivo o attivo che sia per la gestione della societa’.

Nessun socio puo’ richiedere rimborsi di somme versate se non motivate da regolari ricevute presentate al comitato direttivo.

ARTICOLO 9 – ASSEMBLEA

Tutti i membri della Società che hanno regolarmente pagato la quota associativa compongono l’Assemblea che deve essere tenuta almeno una volta all’anno.

Il Comitato Esecutivo può decidere di convocare altre riunioni dell’Assemblea in qualunque altro momento.

Gli annunci delle riunioni dell’Assemblea devono essere pubblicati nel sito WEB, consegnati a tutti i membri tramite e-mail almeno 15 giorni prima del giorno della riunione. L’avviso dell’Assemblea annuale deve contenere l’ordine del giorno. I membri possono proporre al Comitato Esecutivo di inserire altri argomenti da discutere nel corso dell’Assemblea annuale.

In prima convocazione, l’Assemblea è regolarmente costituita con la presenza della metà più uno dei soci della Società che possono partecipare di persona o per delega. In seconda convocazione, l’Assemblea è regolarmente costituita da qualsiasi numero di soci, presenti di persona o per delega. E’ consentito al socio ordinario un numero illimitato di deleghe, da consegnare in originale al segretario del comitato direttivo al momento della votazione. L’Assemblea è presieduta dal Presidente, o dal Vicepresidente, che presenta una relazione sulle attività dell’anno precedente e introduce le proposte per le attività del prossimo esercizio.

Altri membri del Comitato Esecutivo possono approfondire altri argomenti specifici.

La relazione del Tesoriere include commenti sul bilancio della Società che deve essere approvato dall’Assemblea.

In tale occasione i soci possono presentare delle proposte per valorizzare l’attività della società che sono votate, se del caso, nel corso dell’Assemblea.

Le discussioni e le delibere sono riassunte nel verbale, a cura del Segretario Generale, che è sottoscritto dal Presidente o dal Vicepresidente. Il documento finale è pubblicato sul sito web della Società e approvato alla prossima Assemblea.

ARTICOLO 10 – ELEZIONI

I membri del Comitato Esecutivo sono eletti dall’Assemblea annuale e rimangono in carica per 4 anni.

L’età minima per ricoprire la carica è di 18 anni.

Il Segretario Generale raccoglie tutte le candidature singole o in liste di cadidati

A conclusione delle elezioni, il Segretario Generale insieme a due soci ordinari non facenti parte del comitato direttivo ,contera’ le schede e il Presidente o il Vicepresidente annunciera’ i risultati delle elezioni.

Il Segretario Generale mantiene le schede e il foglio dei risultati nell’archivio della Società.

Il nuovo Comitato Esecutivo è operativo dopo le elezioni e rimarrà in carica per i 4 successivi anni.

ARTICOLO 11 – COLLEGGIO DEI PROBIVIRI

Si costituisce tale collegio, nel numero di tre soci ordinari in carica per 4 anni al fine di permettere a qualsiasi socio ordinario di rivolgere motivate istanze, richieste e chiarimenti circa l’operato del Comitato Direttivo. Il Collegio verrà deliberato dai primi Consigli direttivi in base alle candidature dei soci ordinari che dovranno essere comunicate entro 30 giorni dall’elezione del nuovo comitato. In caso di mancanza di candidature sarà il Comitato Direttivo a procedere alla nomina dei probiviri.

ARTICOLO 13 – RISORSE FINANZIARIE

Le risorse finanziarie della Società sono costituite da:

  • quote associative e le sponsorizzazioni,

  • donazioni,

  • ricavi derivanti dall’organizzazione di eventi e attività varie.

Le donazioni devono essere accettate dal Comitato Esecutivo che deve deliberare sul loro uso in conformità con le finalità della Società.

Le proprietà della Società possono essere beni immobili, mobili, arredi e attrezzature che devono essere correttamente registrati negli inventari della Società.

È fatto divieto alla Società di distribuire, anche in un modo indiretto, risorse finanziarie e beni di ogni tipo, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge o siano effettuate a favore di enti di beneficenza.

ARTICOLO 14 – INDENNIZZO DI FUNZIONARI E DIPENDENTI

La Società può rimborsare ogni socio o dipendente per spese o passività incorse nell’espletamento di funzioni connesse ad attività svolte nell’interesse della Società. Nessun indennizzo deve essere fornito nel caso in cui si sia agito in modo imprudente o negligente. L’indennizzo in argomento deve essere autorizzato dalla maggioranza dei membri del Comitato Esecutivo ed essere ratificato dall’Assemblea.

ARTICOLO 15 – POLITICHE GENERALI

Nessun socio o membro del Comitato Esecutivo può ricevere compensi per i servizi resi alla Società.

I soci possono essere rimborsati per le spese che sono sostenute nell’interesse della Società, a condizione che dette spese abbiano ottenuto la previa approvazione del Comitato Esecutivo che ne autorizza il rimborso dietro presentazione di regolare documentazione.

Ogni socio della Società, che fa parte o controlla qualsiasi azienda o organizzazione che abbia rapporti di affari con la Società, deve informare il Comitato Esecutivo di un potenziale conflitto d’interessi.

ARTICOLO 16 – SCIOGLIMENTO

L’Assemblea può votare lo scioglimento della Società con il voto della maggioranza di due terzi dei membri presenti all’Assemblea la cui convocazione deve contenere la proposta e le motivazioni sulle ragioni dello scioglimento. Tale delibera può essere presa solo nell’Assemblea in prima convocazione.

In caso di risoluzione, della Società, nessun socio ha diritto a partecipare alla distribuzione dei beni della stessa ma, secondo lo statuto tailandese della Società e le leggi tailandesi tutti i beni devono esclusivamente essere donati in beneficenza.